Dax / Eurostoxx
La riscossa dei Ciclici europei

Malgrado la dilagante negativizzazione dei rendimenti di tutto il mondo - in Germania le scadenze a trent'anni sono ad un passo dallo zero, e in Danimarca tutta la curva dei rendimenti è negativa. Globalmente i bond dal rendimento inferiore allo zero superano abbondantemente i 12 trilioni di dollari di valore - dall'inizio del mese i settori più ciclici della borsa europea hanno sovraperformato i temi più difensivi. Timidamente, quasi in punta di piedi. Ma sembra un abbozzo di inversione della tendenza ferocemente negativa, sperimentata da un anno a questa parte.

Certo, la domanda che ci si pone è: perché mai questo accenno di rimbalzo dovrebbe risultare più credibile delle vane ripartenze sperimentate negli ultimi dodici mesi?
la risposta richiede una riflessione di lungo periodo. Il sell-off di maggio ha spinto il tasso di variazione annuale del rapporto Stoxx Cyc/Def al -23%: una lettura oggettivamente estrema. Registrata poche volte negli ultimi lustri.

In tutti i casi, il settore ciclico ha avviato una fase di sovraperformance durata diversi mesi, per non dire anni. I tempi sembrano maturi per un cambio di tendenza.
Che, a questo punto, con ogni probabilità coinvolgerebbe anche i tassi di interesse di tutto il mondo.

Classe 1971, laurea cum laude in Economia e Commercio con una tesi di laurea sull'analisi tecnica dei titoli di borsa, si interessa da oltre venticinque anni di tecniche di analisi dei mercati finanziari. Continua...