USA
Allarme recessione: Sotheby's è in ribasso!

L'assunto di partenza è che della liquidità abbiamo tutti bisogno. Quando c'è abbondante liquidità, sono sollevate tutte le barche. Quando la liquidità difetta, qualcuna resta ancorata nel porto. La riduzione della liquidità può essere misurata in svariati modi; ma empiricamente - e "simpaticamente" - che la liquidità sia in riduzione emerge dal fatto che i beni del lusso iniziano a rimanere invenduti alla fine delle aste condotte da società specializzate come Christie's o Sotheby's.
In altre parole: quando una società come Sotheby's (BID) arriva a denunciare in borsa una performance negativa su base annuale, i guai emergono; a livello globale, o in un'area abbastanza significativa del pianeta.

Lo notiamo nettamente: tutte le ultime recessioni ufficiali negli Stati Uniti sono state puntualmente anticipate dal passaggio in territorio negativo del tasso di variazione annuale di BID.
Quando così non è stato, comunque una performance anno su anno negativa ha anticipato una crisi finanziaria o una recessione locale: la crisi del peso messicano del 1994, la crisi del debito greco di inizio decennio, la crisi di alcuni EM a metà decennio.
Ora ci risiamo: da alcuni mesi BID denuncia una contrazione rispetto all'anno precedente. Qual è dunque l'anello debole della catena?

Classe 1971, laurea cum laude in Economia e Commercio con una tesi di laurea sull'analisi tecnica dei titoli di borsa, si interessa da oltre venticinque anni di tecniche di analisi dei mercati finanziari. Continua...